11a edizione - Lecce, 14/15/16 giugno 2018

Pe(n)sa differente
11a Edizione - 2018

Festival dell'espressione creativa e della bellezza autentica

Pe(n)sa differente <br>11a Edizione - 2018

LA BELLEZZA NON È TUTTO
PE(N)SA DIFFERENTE. FESTEGGIA IL TUO PESO NATURALE!
Festival dell'espressione creativa e della bellezza autentica
Undicesima Edizione • Lecce (Italy) 2 - 14/15/16 giugno 2018

Manifestazione internazionale di sensibilizzazione, informazione e formazione su anoressia, bulimia, obesità e altre in/differenze. Per la sana alimentazione e i corretti stili di vita. Per festeggiare il corpo e la mente liberi da ogni omologazione

INCONTRI SCIENTIFICI ECM • EVENTI CULTURALI, ARTISTICI E SOCIALI • MOSTRE E INSTALLAZIONI • TEATRO • DANZA • MUSICA

PE(N)SA DIFFERENTE  Festival dell'espressione creativa e della bellezza autentica, giunge alla sua undicesima edizione. Il Festival che ha preso l'avvio nel 2008 all'interno del progetto ministeriale nazionale 'Guadagnare la Salute. Rendere facili le scelte salutari' è ideato e organizzato dall'associazione scientifico-culturale ONLUS Salomè e dall'agenzia di comunicazione Big Sur, con la direzione scientifica di Caterina Renna. Si configura quale azione di prevenzione universale e selettiva del disagio che riguarda il sè corporeo e la relazione con l'altro, coniugando in sé eventi scientifici, culturali, sociali, artistici e sportivi con l'obiettivo di sensibilizzare sul peso naturale, sulla sana alimentazione, sull'attività fisica salutare, sui messaggi ambigui relativi all'immagine corporea proposti dai media e dal mondo della moda, dello spettacolo e della bellezza, in definitiva sulla differenza intesa come valore. Promuove la cura di sé e vuole essere un invito a un percorso di costruzione personale che passi attraverso la resistenza alle attuali forme di mercificazione e omologazione. Celebra la soggettività e l'alterità che si manifestano come diritto al pensiero critico, alla differenza e alla variazione, per valorizzare l'unicità e la novità che ogni persona essenzialmente è, con le proprie possibilità espressive e la propria peculiare bellezza.

Il titolo dell'undicesima edizone LA BELLEZZA NON È TUTTO, ci ricorda che oltre all'apparire, c'è una dimensione dell'essere che aspetta di germogliare, di essere accudita e valorizzata, che aspetta di mostrarsi e di essere condivisa attraverso esperienze, riflessioni, scambi, crescita personale e collettiva. In un mondo dominato dalle logiche dell'apparire, dove tutto ci spinge a indossare la maschera di una perfezione fatta di corpi scolpiti, volti senza rughe e vestiti griffati, sembra che la bellezza sia diventata l'obiettivo ultimo cui tutti devono tendere. Un valore assoluto e indiscutibile, conquistato a suon di fitness, diete, cosmetici, chirurgia estetica. La bellezza così concepita, è una bellezza che vieta di invecchiare, nega il corpo per quello che è, impone modelli estetici rigidi cui aderire a costo della libertà di essere. Ma un altro tipo di bellezza è possibile, una bellezza più intima e profonda. Una bellezza che ci abita e che non è né da costruire né da conquistare, ma solo da scoprire e da vivere. E l'unica cosa che chiede è di amare e amarci per quello che si è.

Gli ospiti speciali della undicesima edizione sono: Special GUEST Mauro CARBONE - Filosofo, Université Jean Moulin Lyon 3 • France; Special GUEST Adelia BATTISTA - Scrittrice • Italy; Special TESTIMONIAL Gabrielle DEYDIER - Scrittrice • France

Durante le tre giornate si terranno spettacoli, performance, mostre, incontri scientifici, culturali artistici e sportivi che vedranno la partecipazione di esperti nei campi dell'antropologia, della filosofia, della medicina e della psicologia, della cultura, dell'arte e dello sport con lo scopo di sensibilizzare e informare l'opinione pubblica e formare gli operatori del mondo della sanità, della scuola, dello sport su comeguadagnare salute e prevenire e curare il disagio nei giovani.

PROGRAMMA

• Il 2 GIUGNO 2018 introduce l'undicesima edizione del Festival, un'azione poetica corale.

>> In occasione del WORLD EATING DISORDER ACTION DAY che si tiene il 2 giugno in tutto il mondo, si fa pausa, ci si toglie il nome e si diventa comunità. Comunità pensante, attiva, presente, che esorta tramite un'azione di guerriglia poetica urbana e virtuale, all'accogliersi, all'essere pienamente ciò che si è, ciò che in ognuno è poesia, bellezza autentica.

GUERRILLA POETRY 2018, dal titolo "CORPI CELESTI", è ispirata alla poetica di Anna Maria Ortese che invita a guardare il "vuoto", in quella vastità in cui si può celebrare la fantasia, si può rigenerare senso. Quel luogo in cui fantasticare è ridare valore al "reale", nuovo spazio e nuovo respiro.

• Il 14 GIUGNO 2018 si entra nel vivo del Festival.

>> Si parte alle 10.00 con il FORUM nazionale delle ASSOCIAZIONIcoordinato da Lisa Guidi (Psichiatra Psicoterapeuta, Istituto Specchidacqua Montecatini Terme - Italy) e Andrea Sagni (Filosofo, Université Jean Moulin Lyon 3 - France). Il FORUM dal titolo "DAL BISOGNO ALLA COMPETENZA. Elaborazione di percorsi formativi per la figura di ­Volontario competente nel campo dei disturbi dell'alimentazione e l'obesità. Per il rafforzamento delle capacità di agire nel proprio contesto, operare consapevolmente delle scelte, sostenere, indirizzare, organizzare la rete" ha lo scopo di tracciare percorsi formativi riconosciuti per validità sociale e scientifica.

Impegnarsi come volontario nel campo dei disturbi dell'alimentazione e dell'obesità risponde al desiderio di venire in aiuto, di tendere una mano a chi vive situazioni di sofferenza di grande complessità ed eterogeneità. Se "curare" è appannaggio dei professionisti, "prendersi cura" ha un senso più ampio e rinvia alla domanda di umanità che ogni relazione richiede. Si tratta di un atto volontà, di una tensione verso l'altro che implica rispetto, accoglienza e il riconoscimento del valore intrinseco di ciascuna persona che versa in condizioni di fragilità. Sul territorio nazionale sono sempre di più le Associazioni di volontariato che operano al fianco dei professionisti al fine di rendere più ampio e fruttuoso il sostegno nei confronti dei pazienti e delle loro famiglie. La figura del volontario incarna una forma alta di umanità proprio per la gratuità del desiderio che lo spinge ad agire e a interessarsi all'altro. E proprio perché il suo impegno implica rispetto, delicatezza e correttezza, esso non può prescindere dalla competenza. La formazione del volontario deve essere tesa a fornire strumenti che possano garantire interventi efficaci, consapevoli e pertinenti da sviluppare su più fronti: dall'informazione al sostegno, dalla sensibilizzazione alla prevenzione, dalle azioni locali all'organizzazione della rete e di piani condivisi sul territorio nazionale.
Il FORUM delle Associazioni ha lo scopo di rispondere all'esigenza formativa del Volontariato strutturando un percorso formativo condiviso da tutti, a partire dalle necessità e dai bisogni espressi nel confronto tra le Associazioni che operano su territorio nazionale e gli esperti nel campo della medicina, della psicologia, della nutrizione, della cultura, dell'arte, del sociale e del volontariato.

PER PARTECIPARE AL FORUM http://www.pensa-differente.it/web/news.php?article=104

>> Alle 15.00 ha inizio l'immancabile evento formativo per professionisti della salute e degli ambiti sociale e artistico-culturale, il CONVEGNO n. 15 Crediti ECM "LO STATO DELL'ARTE NELLA PREVENZIONE, CURA E RIABILITAZIONE DEI DISTURBI DELL'ALIMENTAZIONE E L'OBESITÀ".

Il Convegno scientifico si apre con la LETTURA MAGISTRALE del professor Mauro Carbone (Filosofo, Université Jean Moulin Lyon 3 - France) - Special Guest di questa edizione del Festival - intitolata "LA PIATTA BELLEZZA DEGLI SCHERMI". La Lettura rappresenta una riflessione sull'epoca in cui viviamo, epoca in cui gli schermi elettronici e digitali che ci circondano esibiscono sulla loro piatta superficie le immagini di corpi umani a loro volta ridotti alla loro sola superficie, implicitamente indicandoceli a modelli da imitare. Ma assomigliare a questi corpi impone richieste estetiche ed etiche impossibili da realizzare. La seducente promessa di piacere nasconde così una calcolata condanna alla frustrazione che ci convince dell'impossibilità di ogni cambiamento individuale e collettivo.

Il Convegno, che si protrae fino alle 12.30 di sabato 16 giugno affronta, in appositi SIMPOSI pensati per riflettere insieme, numerosi temi:

* CORPO E RAPPRESENTAZIONE. Dai sintomi alla narrazione
* DALLA GENETICA ALLA NEUROBIOLOGIA. Dalla vulnerabilità alla resilienza
* SOTTRARSI AL SÉ E ALLA RELAZIONE. Ruolo delle esperienze precoci. Alterazione dell'umore e della personalità e rischio suicidario
* PROCESSO TERAPEUTICO. Dalle tecniche alle relazioni per il cambiamento
* L'USO DELLE ARTI NELLA TERAPIA. I laboratori esperienziali di tecniche espressive e la loro integrazione negli interventi multidisciplinari
* NUTRIRE IL CORPO E LA MENTE. Nutrienti e nutraceutica, lo stile mediterraneo
* OBESITÀ, MALATTIA DI CONFINE. Dal bullismo al disagio, dallo stress alla malattia

Il Convegno, inoltre, si arricchisce  di un interessante format "QUESTIONI DISPUTATE. Pro e contro",spazio in cui sono affrontate discussioni su temi innovativi nel campo dei disturbi dell'alimentazione e dell'obesità condotte dai numerosi esperti in ambito nazionale e internazionale presenti, con il contributo stimolante e concreto di tutti i partecipanti. Significativa la partecipazione in veste di SPECIAL TESTIMONIAL della scrittrice francese Gabrielle Deydier.

>> Alle 18.30 si torna a 'sentire' la poesia con il LABORATORIO ESPERIENZIALE POETICO "LA VIRTÙ DEL NULLA", introdotto da Mauro Marino (Operatore artistico-culturale e Giornalista, Centro DCA DSM ASL Lecce) e condotto dalla SPECIAL GUEST Adelia Battista (Scrittrice), con letture di Silvana Kühtz (Ingegnere e artista, Università della Basilicata).

Il Laboratorio interattivo, tra scrittura e lettura ad alta voce in cui l'attenzione è riattivata e stimolata dalla forza della poetica di Anna Maria Ortese, riflette sulla solitudine e il vuoto - che fanno amara insoddisfazione - e su come una piena espressione creativa del sé possa riempirli. La capacità di fantasticare e inventare offre strumenti alla sensibilità e favorisce la costruzione del proprio segno distintivo, che fa la differenza, offrendo quel paracadute per atterrare nel mondo del reale con la pienezza della propria unicità nelle relazioni, con la pienezza dei propri pensieri, con la maturità dei propri sentimenti.

>> Alle 20.30 va in scena il LABORATORIO ESPERIENZIALE DEL GUSTO "MEDITERRANEO CON STILE", condotto da Big Sur.

Nell'ambito del progetto RICETTE SCUMBENATE, vengono proposte ricette tradizionali salentine (ma non troppo), condite di buoni propositi e di curiosità, per un'esperienza sensoriale stra/ordinaria.

• Il 15 GIUGNO 2018 si comincia di buon'ora.

>> Dalle 9.00 alle 18.00 proseguono i lavori del CONVEGNO "LO STATO DELL'ARTE NELLA PREVENZIONE, CURA E RIABILITAZIONE DEI DISTURBI DELL'ALIMENTAZIONE E L'OBESITÀ".

Alla fine della seconda giornata del Convegno vengono discussi e premitati i migliori lavori scientifici presentati in forma di POSTER.

>> Dalle 19.00 va in scena il LABORATORIO ESPERIENZIALE DEL MOVIMENTO "CAMMINO POPOLARE".

CAMMINO POPOLARE è un'esperienza collettiva di 'movimento' fisico ed emozionale, risultato di un laboratorio condotto dalla coreografa Annamaria De Filippi,  in cui va in scena il prendersi cura delle relazioni umane, il discutere con il corpo sul significato della relazione con l'altro, la spinta dell'umanità verso la consapevolezza del gesto e dell'atto artistico. 
La performance metterà in relazione i cittadini con gli artisti, per la necessità di fare emergere l'atto poetico che abita ogni essere umano. Un testo della poetessa Mariangela Gualtieri, è interpretato con il gesto attraverso la LIS (Lingua dei Segni Italiana), una lingua naturale veicolata attraverso il canale visivo-gestuale e utilizzata dalla comunità sorda.

>> Alle 20.00 nella spettacolare scenografia naturale offerta dal Teatro Romano, va in onda l'INTERVISTA condotta come ogni anno dal filosofo Andrea Sagni, alla SPECIAL TESTIMONIAL Gabrielle Deydier, scrittrice francese nota per la sua personale lotta contro il bullismo nei contronti delle persone obese.

>> Alle 21.00, a seguire, le Compagnie di danza ELEKTRA e ATTO, con la regia di Annamaria De Filippi, mettono in scena lo SPETTACOLO DI DANZA "ROCK STAR".

ROCK STAR è un incitamento al valore dell'individuo, un tentativo di spingersi oltre la considerazione che ognuno ha di se stesso, un procedere inesorabile e senza indugio verso la bellezza che ci abita. Ispirano la performance le visioni pittoriche dell'artista marchigiano Osvaldo Licini.

• Il 16 GIUGNO 2018, per l'ultima giornata del festival si comincia ale 8.30.

>>  Proseguono sino alle 12.30 i lavori del CONVEGNO "LO STATO DELL'ARTE NELLA PREVENZIONE, CURA E RIABILITAZIONE DEI DISTURBI DELL'ALIMENTAZIONE E L'OBESITÀ"

>>  Alle 12.00 viene presentata la CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE "STOP bulling/FAT" ideata da Big Sur e Salomè.

Lo sguardo dell'altro gioca un ruolo importante nella percezione che abbiamo di noi stessi. Sin da piccoli ricerchiamo approvazione negli occhi dei nostri genitori e di chi ci circonda. Ma che cosa succede quando chi ci guarda esprime costantemente disprezzo? Quando i nostri compagni di scuola, a volte persino insegnanti e familiari, ci tormentano perché non abbiamo un corpo agile e snello? Quando anche uno sconosciuto incrociato per strada o in fila al supermercato sembra pretendere sapere tutto di noi solo perché reputa che abbiamo qualche chilo di troppo?  Quando ci rifiutano un posto di lavoro perché ci giudicano troppo grassi?  In una società dove il corpo che mostriamo sembra rinviare all'insieme delle nostre qualità personali, il giudizio nei confronti di chi è in sovrappeso o non corrisponde ai canoni imposti, è spesso senza appello e sembra quasi lecito. Tra le tante forme di discriminazione, quella ponderale o "grassofobia" è tra le più diffuse e radicate e ha un impatto importante sull'esistenza di chi ne è vittima, causando profonde sofferenze. Sensibilizzare a tale problema, promuovere una cultura del rispetto e dire una volta per tutte basta alla discriminazione, al bullismo e alle prese in giro, è di primaria importanza ed è un dovere di tutti. 

Durante le tre giornate, gli spazi della Biblioteca Bernardini - EX CONVITTO PALMIERI, sono invase da "SEE and INTERACT"MOSTRE e INSTALLAZIONI ospitate dal Festival in una collaborazione e scambio costante tra artistilaboratori espressivi del Centro per la Cura e la Ricerca sui disturbi del Comportamento Alimentare del DSM della ASL Lecce e i visitatori tutti.

Festeggiamo insieme la bellezza che ci abita, che non è né da costruire né da conquistare ma solo da scoprire e da vivere!

INFO
Sito web: www.pensadifferente.it • email: info@pensa-differente.it • Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pensadifferentefestival/?ref=bookmarks

COORDINAMENTO ORGANIZZATIVO
Sergio Quarta
+39 347 1040009
+39 0832 346903
COORDINAMENTO SCIENTIFICO
Veronica Vantaggiato
+39 349 6608393

 

GUARDA LE FOTO DELL'EDIZIONE 2017 >>>

Download